domenica 11 ottobre 2009

LA GRANDE DOMANDA [...]

LA GRANDE DOMANDA [...]

1 - Da bambini andavamo in auto che non avevano cinture di sicurezza né airbag...
2 - Viaggiare nella parte posteriore di un furgone aperto era una passeggiata speciale e ancora ne serbiamo il ricordo.
3 - Le nostre culle erano dipinte con colori vivacissimi, con vernici a base di piombo.
4 - Non avevamo chiusure di sicurezza per i bambini nelle confezioni dei medicinali, nei bagni, alle porte.
5 - Quando andavamo in bicicletta non portavamo il casco.
6 - Bevevamo l'acqua dal tubo del giardino, invece che dalla bottiglia dell'acqua minerale...
7 - Trascorrevamo ore ed ore costruendoci carretti a rotelle ed i fortunati che avevano strade indiscesa si lanciavano e, a metà corsa, ricordavano di non avere freni . Dopo vari scontri contro i cespugli, imparammo a risolvere il problema. Si, noi ci scontravamo con cespugli, non con auto!
8 - Uscivamo a giocare con l'unico obbligo di rientrare prima del tramonto.
Non avevamo cellulari... cosicché nessuno poteva rintracciarci. Impensabile.
9 - La scuola durava fino alla mezza , poi andavamo a casa per il pranzo con tutta la famiglia (si, anche con il papà ).
10 - Ci tagliavamo, ci rompevamo un osso, perdevamo un dente, e nessuno faceva unadenuncia per questi incidenti. La colpa non era di nessuno, se non di noi stessi.
11 - Mangiavamo biscotti , pane olio e sale , pane e burro, bevevamo bibite zuccherate e non avevamo mai problemi di soprappeso, perché stavamo sempre in giro a giocare...
12 - Condividevamo una bibita in quattro... bevendo dalla stessa bottiglia e nessuno moriva per questo.
13 - Non avevamo Playstation, Nintendo 64, X box, Videogiochi, televisione via cavo con 99 canali, videoregistratori , dolby surround, cellulari personali, computer, chatroom su Internet
... Avevamo invece tanti AMICI.
14 - Uscivamo, montavamo in bicicletta o camminavamo fino a casa dell'amico , suonavamo il campanello o semplicemente entravamo senza bussare e lui era lì e uscivamo a giocare.
15 - Si! Lì fuori! Nel mondo crudele! Senza un guardiano! Come abbiamo fatto? Facevamo giochi con bastoni e palline da tennis , si formavano delle squadre per giocare una partita; non tutti venivano scelti per giocare e gli scartati dopo non andavano dallo psicologo per il trauma .
16 - Alcuni studenti non erano brillanti come altri e quando perdevano un anno lo ripetevano.
Nessuno andava dallo psicologo, dallo psicopedagogo, nessuno soffriva di dislessia né di problemi di attenzione né di iperattività; semplicemente prendeva qualche scapaccione e ripeteva l’anno.
17 - Avevamo libertà, fallimenti , successi, responsabilità e imparavamo a gestirli.

La grande domanda allora è questa:
Come abbiamo fatto a sopravvivere ? - ed a crescere e diventare grandi ? .

Se appartieni a questa generazione, scarica e invia questo messaggio ai tuoi conoscenti della tua stessa generazione ed anche a gente più giovane perché sappiano   ... come eravamo prima....


5 commenti:

Pupottina ha detto...

le domande sono tante, ma la più grande è davvero un'incognita anche per me
buon pomeriggio domenicale

^__________________^

Caterina ha detto...

Ciao Lisa,
veramente eravamo cosí ed abbiamo sopravvissuto tante cose avendo tanta libertá.
É interessante questo tuo post.
Bacini.
Kati

Poeslandia ha detto...

Szia Caterina, che bello stavo per chiudere tutto... cmq, si... da riflettere, vero?
Un abbraccio grande, dolce notte e una serena settimana a te... :-)

frufrupina ha detto...

Ciao Lisa,è sempre bello e molto saggio ciò che scrivi tesoro...ti ammiro.Dolce serata...P.s.posso prendere anch'io uno dei tuoi regali?un abbraccio.

Poeslandia ha detto...

@Fru-Pina ... ma tesoro sei fra i amici del mio cuore... guarda bene
e se porti con te un pensiero mio, mi rendi felice, dolce notte baci

Post più popolari

amici grazie

BENVENUTI



~ Leggi queste pagine non con fretta ma con la calma di chi ... sedendosi accanto ad un amico desidera ascoltare, togliti l'orologio, e siediti accanto a me ... ~

Chi sono?
Sono una donna, che ha negli occhi lo sguardo di tutte le genti che ha incontrato.
Sulle labbra il sorriso di tutti gli amici che ho conosciuto.
Sulla pelle il sapore di tutti i mari in cui ho nuotato.
Tra i capelli il vento di tutti i deserti che ho attraversato.
Oltre alla sensibilità, le qualità che apprezzo maggiormente in una persona sono l'autoironia e l'autocritica, perché solo chi è onesto con se stesso
sa poi esserlo anche con gli altri.
Amo la vita, e amo viaggiare, nello spazio e nella mente.

Allora, servitevi, un bel caffè ...meglio se accompagnato con qualcosa di dolce
e leggete tutto con molta calma!

Il mio motto?
~ Si puo trasformare in negativo in positivo perchè tutto ha un senso,
tutto serve per arricchirci e nulla accade per caso.~

Mi piace pensare che il "pensiero" possa dar vita all' immagine.
Nel miei blog's ci sono le mie riflessioni su quel sento, espressioni di quel che vivo

Benvenuti e Buona Lettura ~ poesilandia ~ Lisa ~

PS: ~ sarei felice che anche tu lasciassi un segno del tuo passaggio ~ scrivimi i tuoi pensieri... ~

AMICI blog's

BLOG AMICHE



Paola - Polvere di Stelle

Caterina - Eccomi

Riri - Le ricette di Riri e dei suoi amici

Solo poesia di Lina
Stella -Poeaie in vetrina

Sara -Il resto della tela

x un amica particolare, scrive delle bellissime poesie
[in portoghese] ma con l'aiuto di google... :-)

Salviamo Niki -di Ornella

Mondo di Paola

MAREME' blog di Serenella

Pupottina

Per nonna Gianna e il suo angelo SARA
Cara Gianna sei nel nostri pensiero

per i blog "maschile" che mi fa sognare,
trasmette valori, e amore
ecco a voi un pensiero da
poesilandia

Adamus - adamus'Site -

Roberto - Le mie poesie

L'ISOLA CHE C'E'

IL FARO
continua --->

Un pò di relax

Super Mario Game
The Fun Classic Super Mario Game In Flash.